-controlunedì-

ControLunedì 101

06:30

La gif animata è dell'illustratrice svedese Sofia Hydman.



Loulou and Tummie, sono un duo creativo che vive e lavora nei Paesi Bassi. Realizzano illustrazioni coloratissime e animazioni ma, oltre alla grafica digitale, amano creare opere tattili, dipingendo murales, oggetti e creando giocattoli di carta. Vi basterà navigare sul loro sito per osservare il loro portfolio, che comprende lavori realizzati per magazine e marchi internazionali. Questo duo bene assortito, formato da Laurens (Loulou) e Chantal (Tummie) crea inoltre, artigianalmente, figure in legno con il brand loulouswoodshop e produce una linea di abbigliamento per bambini davvero divertente e singolare, Tummietown. Viene da chiedersi di quante ore sia fatta una loro giornata:) Per non perderli di vista, potete seguirli anche su Instagram.

Ve li ricordate i colorati e dinamici personaggi di Richard Scarry? Parliamo di Zigo-Zago, del gatto Sandrino, del sergente Multa, del Gorilla Banana e di tanti altri animali che prendono sembianze umane imbattendosi sempre in nuove avventure. Se come noi li ricordate bene, non potete perdere la mostra che Bologna gli dedica, all'interno di una location d'eccezione, la Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio. Si intitola 1, 2, 3...Scarry e sarà visitabile dal 2 al 27 aprile 2019. Schizzi a matite, tavole originali anni '50 e '60 e una collezione di memorabilia: piccoli oggetti appartenuti a Scarry. La mostra è promossa da Mondadori che ha da poco ripubblicato alcuni dei classici dell'autore, in una nuova veste grafica.

Dal 16 marzo al 6 giugno, la Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia ospita la mostra: Bolle di sapone. Forme dell’utopia tra vanitas, arte e scienza. La mostra, ripercorrere la storia dell’arte analizzando il tema delle bolle di sapone, per indagare quali furono i presupposti artistici, scientifici e culturali che fin dal Cinquecento affascinarono generazioni di artisti. In mostra sarà presente anche una sezione dedicata a stampe e incisioni, fotografie, locandine, manifesti pubblicitari. Parallelamente al percorso artistico, l’esposizione documenta il fondamentale ruolo giocato dalle bolle di sapone nelle ricerche settecentesche sulla rifrazione della luce e sui colori, fino a quelle successive circa le teorie sulle superfici minime o sulle forme di aggregazione organica della materia. Un excursus sulle bolle di sapone da non perdere, per quelli che le amano e che quando le vedono rimangono con il naso all'insù.

Il Mio Pianeta è una collana di libri per bambini (dai 6 anni in su) dell'interessante casa editrice Editoriale Scienza, che seleziona e traduce volumi stranieri, collabora con autori, ricercatori ed esperti italiani per la creazione di volumi che raccontano la scienza ai più giovani. Ad oggi la collana propone 5 titoli: Il Mio Pianeta - Vento, Il Mio Pianeta - Acqua, Il Mio Pianeta - Alberi, Il Mio Pianeta - Api ed Il Mio Pianeta - Robot, ne va apprezzata la cura con cui vengono trattati gli argomenti, con illustrazioni impeccabili e dettagliate che accompagnano senza distogliere troppo l'attenzione. La collana propone esperimenti che i bambini possono effettuare anche autonomamente, spronandoli ad interagire direttamente con la natura. Le pagine iniziali che riportano una poesia sull'argomento trattato... insomma, noi, con la scusa di un regalo, siamo già andate a comprarne uno!









- controlunedì -

controlunedì 100

06:00

Festeggiamo il 100° ControLunedì che cade in concomitanza con il mese del riciclo della carta e del cartone organizzato da Comieco! Abbiamo realizzato un libretto sul riciclo creativo di questi due elementi che noi amiamo tantissimo,
puoi sfogliarlo cliccando qui. Buon riciclo a tutti, grandi e piccini!

Il suo acronimo è CIC (Contemporary Italian Ceramics) ed è "il primo blog di ceramica diffuso", diffuso perché il sito si avvale della collaborazione di curatori, critici, artisti e giornalisti (i CIC Writers) diffusi su tutto il territorio italiano. Questo blog, interamente dedicato al mondo della ceramica, vuole diventare un punto di riferimento per appassionati e professionisti di questa antica arte, proponendo uno sguardo alla tradizione ma soprattutto alle nuove correnti artistiche del panorama italiano e non. Vi consigliamo caldamente di sbirciare tra gli articoli del sito per scoprire eventi, progetti sperimentali ed iniziative riguardanti la ceramica, ogni mese poi, CIC dedica la sua home page ad un artista contemporaneo diverso, offrendoci la possibilità di fare interessanti scoperte! 

La Bologna Children's Book Fair 2019 si sta avvicinando e con lei il fermento di eventi collaterali sparsi per la città. Uno di questi è il progetto/mostra RiVolti che, nato nel 2018, oggi si materializza con l'anteprima della mostra presso gli spazi de Les Libellules a Bologna e che inaugurerà il 1° aprile. RiVolti è un progetto ideato da Flàvia Bomfim, Monica Monachesi e Barbara Rigon, dove 100 illustratori da tutto il mondo sono stati ingaggiati per ricamare il proprio volto. In principio sono stati realizzati i ritratti fotografici degli artisti ed in seguito gli stessi hanno agito con ago e filo direttamente sul proprio ritratto stampato su stoffa. I risultati sono diversi ed unici come lo è l'individuo, la propria persona ed anche la propria arte. RiVolti diventa anche workshop, dove le ideatrici del progetto propongono ai partecipanti di sperimentare lo stesso processo creativo che anima questo progetto internazionale. Noi siamo molto curiose di vedere questi 100 ritratti!

Come ogni anno Katsumi Komagata torna in Italia, in questo caso per presentare la mostra Mysterious Hole che aprirà i battenti venerdì 15 aprile presso Mutty a Castiglione delle Stiviere (MN). Katsumi Komagata è un'artista e designer giapponese che, utilizzando carta e colori dà vita a incantevoli storie di carta da scoprire ed inventare, donandoci opere al contempo poetiche e molto semplici. Vi consigliamo di visitare la pagina dedicata ai libri di Komagata dalla casa editrice francese Les Trois Ourses, la prima che ha pubblicato i suoi libri, o magari di avere la fortuna di frequentare una libreria che tra gli scaffali abbia i suoi libri, pura magia! Per l'occasione, il 6 aprile il maestro Katsumi Komagata terrà un workshop per professionisti ed appassionati che noi vi consigliamo caldamente. Tutte le informazioni le trovate cliccando qui

Amanti di graphic novel è il vostro momento! Bao Publishing (dal 25 marzo al 21 aprile), Oblomov (dal 15 marzo al 14 aprile) e Tunué (dal 21 marzo al 20 aprile) mettono in sconto tutti i titoli in catalogo. Un'occasione per acquistare il libro che vi manca, o per scoprire nuovi autori. Qualche esempio? I Quaderni Giapponesi di Igort, Gli scarabocchi di Maicol e Mirco, La Mia Cosa Preferita Sono I Mostri di Emil Ferris oppure Rughe di Paco Roca. Ce n'è un po' per tutti i gusti, nel catalogo Tonué trovate anche romanzi e graphic novel per i più piccoli. Perchè come diceva Stan Lee, I fumetti sono le favole per gli adulti













carta

100° ControLunedì

10:23


Siamo a 100!
Per festeggiare il 100° ControLunedì (la nostra newsletter settimanale, piccolo contenitore di resistenza alla settimana lavorativa), in concomitanza con il mese del riciclo di carta e cartone organizzato da Comieco, abbiamo realizzato un libretto sul riciclo di questi due elementi che noi amiamo tantissimo e che puoi sfogliare qui sopra. Per quanto sia importante imparare a riciclare e differenziare correttamente gli imballi di ogni genere, per minimizzare l’impatto ambientale dei nostri rifiuti, per noi, è altrettanto importante come forma di riciclo, l’utilizzo degli stessi per dare vita a qualcosa di nuovo. Magari qualcosa costruito con le nostre mani, utile e di recupero. Per fare questo libretto abbiamo selezionato alcuni tutorial trovati sul web, tutti opportunamente linkati. L’impatto ambientale di questo libretto è minimo, essendo digitale non richiede stampa su carta.

Quindi buon riciclo a tutti, grandi e piccini!

Non sai cosè il ControLunedì?
Il ControLunedì è il nostro piccolo contenitore di resistenza alla settimana lavorativa che inviamo per e-mail ogni lunedì mattina agli iscritti in newsletter, dentro ci trovi appuntamenti, workshop, curiosità, cose che ci piacciono e che amiamo supportare.
Se ti interessa ricevere la nostra newsletter ControLunedì puoi iscriverti in newsletter.

artigianato

BRICIOLA NUMERO 14 - RA' ILLUSTRAZIONI

06:30

Raffaella (Ra' illustrazioni) è un’illustratrice che abbiamo amato entrambe al primo sguardo, tanto che appena viste le sue immagini abbiamo pensato, “è perfetta per briciole”. Ha l’aspetto di una ragazzina, gli occhi grandi che le/ti illuminano il viso e una sensibilità che un po’ ci fa invidia (in senso buono eh!). Le sue immagini, (in particolare noi abbiamo apprezzato la serie al femminile) sono profonde, ma cariche di ironia e leggiadria, dovreste sentirla mentre vi descrive le sue illustrazioni, una gioia per gli occhi e per lo spirito.

La postazione di Ra' illustrazioni al Garden Lab, spazio condiviso a Genova
Quando hai iniziato a realizzare illustrazioni? I tuoi studi erano indirizzati verso questo percorso?
Il mio percorso di studi non è legato nello specifico all'illustrazione, ho frequentato il liceo Artistico, successivamente l'Accademia di Belle Arti di Brera dove mi sono diplomata in Scenografia e dopo una breve esperienza in teatro ho iniziato a lavorare come decoratrice di interni; tra polvere, calce e ponteggi ho formato le mie competenze. Ho approfondito la passione per l'illustrazione, a cui precedentemente dedicavo ritagli di tempo, circa due anni fa. Un giorno, dopo mesi dedicati ad un progetto di decorazione, il lavoro è saltato all'improvviso e io mi sono ritrovata amareggiata, priva di un'immediata alternativa e ovviamente con del tempo "libero" inaspettato. Era il momento giusto, ho impugnato foglio e matita e sono rinata dalle ceneri come una fenice... o un piccolo pulcino!

Le tue illustrazioni sono molto intense e ricche di simbolismi, a cosa ti ispiri quando le progetti?
Le fonti di ispirazione sono infinite, la vita è un caleidoscopio di stimoli. In alcuni lavori ho raccontato il mio vissuto, cose buffe, tristi, ricordi, oppure ci sono poesie che ho amato, la musica ascoltata, l'incanto della natura...per ogni immagine credo che il denominatore comune sia l'emozione provata. La cosa che mi sorprende sempre è come affiorino in modo naturale ed istintivo.

Piccolo drago, 2017 - tecnica mista
Quali tecniche utilizzi per realizzare le tue illustrazioni? La tua preferita?
Per le illustrazioni a colori utilizzo principalmente pastelli ad olio, acrilico, china, matite, collage. Creo delle superfici di fondo materiche che poi lavoro a velature... i fogli di carta come se fossero pareti: questo viene dalla decorazione. Mentre per i disegni stampati in cianotipia, parto da un elaborato realizzato ad inchiostro su carta che successivamente duplico in negativo su acetato: in questo modo si crea la matrice. La fase di stampa è la parte più tecnica, si utilizzano due sali di ferro, un bromografo e si lavora preferibilmente in camera oscura. Non ho un'illustrazione preferita: i figli sò piezz' è core!

Ci piacciono molto gli interventi a collage che applichi su alcuni tuoi lavori, utilizzi anche altri materiali, oltre alla carta, per realizzarli?
Fino ad ora ho utilizzato solo carta, è un materiale che mi piace molto, spesso parto da fogli bianchi su cui creo delle basi di colore o su cui disegno immagini che poi taglio.

La prima cosa che fai quando progetti un nuovo lavoro?
Scelgo i colori che userò, li accosto l'uno all'altro e mi rendo conto se mi trasmettono la sensazione che voglio dare...può sembrare assurdo ma per me i colori sono come un profumo, fanno vibrare i sensi prima ancora di ingabbiarsi in una forma.

La scrivania di Ra' illustrazioni, al lavoro con pastelli ad olio e collage
Ti sei mai approcciata al computer in termini illustrativi?
No mai, è un mezzo che non mi appartiene, sono consapevole del grande potenziale che ha e apprezzo molti lavori eseguiti a computer ma so cosa mi fa stare bene e al di là del risultato finale, della rapidità con cui si può realizzare un elaborato, in me si antepone una necessità fisica, tattile che un tramite digitale non può soddisfare. Inoltre quando si disegna, ancor più quando si dipinge, c'è un momento in cui bisogna ponderare tutto ciò che si andrà ad aggiungere, il rischio è alto perché si può compromettere l'intero lavoro, non si può "modificare" come un file : questa peculiarità analogica per me è costruttiva.

Quali sono gli strumenti di lavoro che non possono mancare sulla tua scrivania?
Ahimè da poco gli occhiali da vista!... sepolti da colori ad olio, carta, forbici, colla, acrilici, matite, tisane e frutta.

Che rapporto hai con i social?
Pessimo. Ho resistenze anche ad usare il telefono, credo di appartenere ad una specie antidiluviana... spero di non estinguermi!

Come promuovi il tuo lavoro?
Ritornando alla domanda precedente direi che non lo promuovo in modo efficace, visto che la comunicazione capillare oggi viaggia sui social. Al momento mi sto facendo conoscere partecipando a market, festival etc...non sono social ma molto socievole e lì il contatto con la gente è diretto, mi viene naturale raccontare chi sono e cosa faccio. Ovviamente c'è la volontà di migliorare questo aspetto, è nel mio interesse, ma ci arriverò con i miei tempi, senza snaturarmi.

L'incontro, 2017 - tecnica mista
Quella di illustratrice è la tua attività principale?
Purtroppo no, credo mi serva ancora tempo ed esperienza, quindi trovo sostentamento un pò in questo e nei lavori di decorazione per cui è sempre viva la passione.

Un pensiero ricorrente?
Non vedo l'ora che arrivi l'estate...

Futuro, 2018 - disegno al cianotipo, stampa in negativo su carta cotone con intervento a collage
Terra, fuoco, aria o acqua?
Dopo "hai un'illustrazione preferita?" questa è la domanda più difficile...diciamo che in questo momento della vita sono aria e terra, purtroppo un po' in conflitto quindi è faticoso ma arriverà l'equilibrio e allora sarà pura pace.

Il tuo luogo del cuore?
Le isole. Per me sono luoghi ancestrali, emergono dalle profondità ed incarnano l'energia della terra, trovo magica la sensazione dell'approdo, hanno un mistero che di giorno sembra svelarsi e di notte rimane custodito nell'abbraccio del mare, del cielo.

Una cosa che ami dell’Italia e una cosa che invece detesti?
Ne amo l'identità unica di ogni luogo, le antiche tradizioni, perché credo che la bellezza e la forza risiedano nella diversità e l'Italia è un mosaico, infiniti tasselli ne compongono la meraviglia. Ne odio l'incapacità di ricordarsi che il mosaico è ben più vasto e non si ferma al confine del proprio orticello...l'individualismo eccessivo impoverisce l'uomo.

Realizzi laboratori per insegnare le tue tecniche illustrative?
Sì, ho tenuto dei workshop sulla cianotipia, ed è molto stimolante perché ci si mette in gioco in modo diverso e si condivide l'esperienza reciproca. Vorrei dedicare più tempo a questa attività fino ad ora sono state esperienze brevi mentre mi piacerebbe poter fare dei laboratori che durino almeno un paio di giorni, per approfondire le tecniche e i rapporti umani.

Non sola, 2018 disegno al cianotipo, stampa da positivo su carta cotone
Cosa ti senti di consigliare a chi muove i primi passi nel campo dell’autoproduzione e dell’artigianato?
Di essere autentici.

Trovate Ra' illustrazioni su: Instagram, oppure via mail, radeponti[at]gmail.com

Se sei un artigian*, lavori con testa e mani, vorresti farci conoscere la tua realtà e magari partecipare alla nostra rubrica puoi taggare su instagram uno dei tuoi progetti e inserire l'hashtag #quasibriciole. Saremo felici di visionare i tuoi lavori e conoscere il tuo brand, sarà nostra premura contattarti per un approfondimento qualora lo ritenessimo nelle nostre corde.

Popular Posts

Like us on Facebook